<p>Hidrovi</p>
Notizie dalla Valle d'Aosta, giornali valdostani e notizie aosta
Meteo Valle d'Aosta

Aosta: post razzista sui social, consigliere leghista nella bufera

Non accolta dai Carabinieri la denuncia della moglie dell'uomo ritratto. Andrea Manfrin: «Faccio volentieri la vittima sacrificale»

notizie Aosta da Gazzetta Matin

Un vero e proprio boomerang. Costa la gogna sui social e una figura non proprio edificante il post (con chiaro sentore razzista) pubblicato dal consigliere leghista, Andrea Manfrin, sulla propria pagina Facebook.


Sulla bacheca (prima di venire rimosso), ieri è comparsa una foto che ritrae, di spalle, una persona di colore a bordo di un hoverboard, con il commento: «Sapete quanto costa un overboard? Quello che questa risorsa boldriniana usa per andare a spasso vicino alla Cogne (o per scappare dalla guerra)? Anche usato viene fra i 200 e i 500 euro. Quanti cittadini valdostani se lo possono permettere?».


Subito si è scatenata la "guerra social", con alcuni sostenitori a dar manforte, ma anche con il commento della cognata dell'uomo ritratto nella foto che, appunto, l'ha riconosciuto. Lo screenshot, così, ha fatto il giro di Facebook, con politici di ogni colore e semplici cittadini a condannare senza appello l'avventato intervento del consigliere del Carroccio.


La moglie: «Purtroppo non ci sono gli estremi per la denuncia»


Sul fatto interviene senza mezzi termini Alessia Bianquin, moglie dell'aostano ritratto nella foto pubblicata da Manfrin: «Siamo stati dai Carabinieri per denunciare la cosa, ma non ci sono gli estremi - sottolinea -. Essendo stato fotografato di spalle, probabilmente in maniera consapevole, mio marito non risulta riconoscibile, anche se ci vuole nulla per capire che si tratta di lui per chi lo conosce».
La cosa non è andata giù alla consorte, sposata dal 2009: «Mio marito ha un contratto stagionale in un albergo, io lavoro e il nostro bimbo di 5 anni frequenta l'asilo - dice ancora Alessia -. Sottolineo, poi, che nonostante siamo sposati dal 2009, mio marito non ha voluto approfittarne per prendere la cittadinanza italiana (possibile dopo due anni dalle nozze), preferendo fare tutto l'iter del caso, per non far passare il nostro come un matrimonio di interesse. Insomma, mi sembra veramente assurdo che venga preso di mira. La cosa peggiore, però, è che pur avvisato, il signor Manfrin non ha voluto rimuovere immediatamente il post, preferendo dare risalto alla cosa. Inizialmente anche mio marito l'aveva presa sul ridere, ma ora è arrabbiato, visto che la sua foto è ormai ovunque».


Manfrin: «Faccio volentieri la vittima sacrificale»


Non sembra pentito di tutto il polverone sollevato Andrea Manfrin: «Ritraendo una persona di spalle, di fatto la si rende non riconoscibile - commenta il consigliere del Carroccio -. La persona che mi ha mandato la foto (non effettuata da me in prima persona) ha detto che erano tre o quattro insieme della stessa età: per carità, forse è stata un'interpretazione avventata, ma non cambia la sostanza. Se devo essere linciato mediaticamente perché anche solo mezza delle nostre idee passi, faccio volentieri la vittima sacrificale».


Non sarebbe il caso di chiedere scusa? «Se avessi pubblicato una persona ripresa in volto sarebbe un conto, ma così non è riconoscibile». Forse il post (non il primo del genere in realtà) è quantomento sconveniente. «Mi sembra tutto ingigantito, ma mi fa comunque piacere aver ricevuto parecchie telefonate di sostegno. Sono arrivate anche tante minacce, anche di morte, modo in cui si esplicita la filosofia di chi vuole accogliere tutti. Ho già segnalato tutto alla polizia».


L'ordine dei giornalisti


Interviene con durezza anche l'ordine dei giornalisti (cui Manfrin è iscritto in qualità di pubblicista), per voce del presidente Tiziano Trevisan: «Visto il post apparso sulla pagina pubblica di Andrea Manfrin, e in considerazione del fatto che lo stesso è iscritto all'Albo dei Giornalisti, ritengo opportuno e necessario comunicare il fatto alla Commissione Territoriale di Disciplina dell'Ordine dei Giornalisti che, per competenza, stabilirà se vi siano eventuali violazioni di carattere deontologico. Rimane inteso - conclude Trevisan - che quanto espresso nei contenuti del “post”, seppur non di carattere giornalistico in senso stretto, ma comunque scritto da un giornalista, è quantomeno discutibile e deprecabile, soprattutto per il fatto che i commenti pubblicati in seguito al post siano stati rimossi».


(alessandro bianchet)

leggi tutti gli articoli di ATTUALITA'







Per commentare le notizie: registrati gratis al sito gazzettamatin.com
 


Archivio storico notizie

<p>CSC COURMAYEUR</p>

<p>Pro Loco Doues Sagra Polenta</p>

<p>Tecnoserramenti</p>

Lavoro, infrastrutture, investimenti

"Lavoro, infrastrutture, investimenti". Sono le tre priorità dell'agenda sviluppo del governo Gentiloni. Il presidente del Consiglio dei ministri, il quale lunedì 27 ha incontrato i presidenti di Regione (compreso Pierluigi Marquis), ha ribadito la necessità di mettere in campo un quadro di politiche economiche "che consenta [...]

leggi tutto e commenta

<p>Carrefour SSC</p>

<p>PL CHALLAND</p>

Gli speciali di Gazzetta Matin

Periodicamente Gazzetta Matin dedica parte dell'edizione cartacea settimanale, per approfondire un argomento, con notizie, interviste, pubblicitŕ e redazionali.

GUARDA L'ULTIMO SPECIALE DI GAZZETTA MATIN

<p>AMERICAN DREM</p>







NEWSVDA.IT
LA VALLE D'AOSTA NEL MONDO
Quotidiano online
Iscrizione al Tribunale di Aosta n. 8/2012
Autorizzazione del 13/12/2012
www.newsvda.it

Editore:
LG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA


Gazzetta Matin TOUSLESJOURS, notizie dalla Valle d'Aosta, giornali valdostani online, notizie Aosta

Settimanale del lunedì
Iscrizione al Tribunale di Aosta n. 9/2002
Autorizzazione del 20/05/2002

Redazione:
Regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta
Tel: 0165/231711 - Fax: 0165/1820141
Mail: segreteria@gazzettamatin.com
www.gazzettamatin.com

Editore:
LG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA




Direttore responsabile Luca Mercantil.mercanti@gazzettamatin.com
Redazione
Alessandro Biancheta.bianchet@gazzettamatin.com
Danila Chenald.chenal@gazzettamatin.com
Erika Davide.david@gazzettamatin.com
Davide Pellegrinod.pellegrino@gazzettamatin.com
Cinzia Timpanoc.timpano@gazzettamatin.com
Patrick Barmassep.barmasse@gazzettamatin.com
Segreteria Roberta Prodotisegreteria@gazzettamatin.com




Concessionaria di pubblicitÀ
ADV Pubblicitŕ e marketing, concessonaria per la pubblicitŕ su settimanale Gazzetta Matin e sul sito internet newsvda.comLG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA
Tel: 0165.231711
Fax: 0165.1820141
E-mail segreteria@lgpresse.com

Responsabile di agenzia Arianna Gori Chisari
E-mail a.chisari@lgpresse.com

Account Tiziana Frisont.frison@lgpresse.com Luca Torinol.torino@lgpresse.com



Collaboratori

Massimo Altini, Miriam Begliuomini, Nadine Blanc, Michela Borgis, Riccardo Bortolotti, Alessandra Borre, Elisa Bosc, Federica Boscardin, Nadia Camposaragna, Paolo Ciambi, Cristina Compagnoni, Silvia Costa, Alexis Courthoud, Elettra Crocetti, Camilla Di Tommaso, Carol Di Vito, Giuseppe Farinella, Ursula Ferrari, Enrico Formento, Bruno Fracasso, Sofia Fregnani, Giulio Gasperini, Michael Ghignone, Francesca Jaccod, Cecilia Lazzarotto, Mariarosa Magro, Stefania Manenti, Andrea Manfrin, Giacomo Mangano, Carlotta Maquignaz, Federico Mecca, Stefano Meroni, Miriam Nex, Danilo Nicod, Simonetta Padalino, Margherita Pellegrino, Gabriele Peloso, Luigi Perosino, Antonella Perriello, Maurizio Pitti, Loris Ponsetto, Mattia Pramotton, Martina Praz, Valeria Quaglino, Nicola Rolland, Raffaele Romano, Jacopo Romei, Alessandro Rossi, Erica Rudda, Riccardo Savoye, Rossella Scalise, Sara Sergi, Piera Squillia, Andrea Trovato, Laura Vinaj, Salim Znaidi.