<p>Farmacia Enversdeux</p>
Notizie dalla Valle d'Aosta, giornali valdostani e notizie aosta
Meteo Valle d'Aosta

Corte dei Conti: su ampliamento scuola materna di VerrŤs, volano gli stracci

Nell'udienza di questa mattina, duro scontro tra accusa e difesa in relazione al presunto danno erariale da perdita di chance contestato a ex amministratori e funzionari del Comune della bassa Valle

notizie Aosta da Gazzetta Matin

Sul presunto danno erariale da perdita di chance in relazione all'opera di ampliamento della scuola materna di Verrès, questa mattina davanti al collegio della Sezione giurisdizionale della Corte dei Conti della Valle d'Aosta sono letteralmente volati gli stracci. Tra accusa e difesa.
Citati in giudizio dal procuratore regionale Roberto Rizzi, gli amministratori e i funzionari comunali di Verrès nella legislatura 2005-2010 - gli allora sindaci Piero Prola (entrato poi in Consiglio regionale nel 2008) e Piera Squinobal, i componenti della Giunta, Alessandro Rossi, Silvio Perruchon, Egle Braido e Susy Vallino, il segretario comunale Giorgio Barone e il coordinatore del ciclo Fabrizio Neyvoz - a cui l'accusa amministrativo-contabile ha contestato un danno erariale valutato in via equitativa in complessivi 14.609 euro.

La vicenda
Nel mese di febbraio del 2006, il consiglio comunale di Verrès approvò un intervento di ampliamento della scuola materna del paese per un ammontare di 250 mila euro, provvedimento al quale seguì il conferimento della progettazione preliminare a un tecnico incaricato da parte della Giunta presieduta dall'allora sindaco Piero Prola per un importo di 11 mila euro.
Un'opera di ampliamento, quella ipotizzata originariamente, che salì poi fino a toccare i due milioni di euro, con l'importo del compenso da riconoscere al professionista incaricato della progettazione salito a poco meno di 150 mila euro.
Una soglia che - secondo la Procura regionale della Corte dei Conti - avrebbe imposto il ricorso a una procedura di gara per l'aggiudicazione dei servizi di progettazione dell'intervento, a differenza di quello che fecero gli amministratori locali di Verrès, che affidarono invece l'incarico al medesimo professionista, che avrebbe proposto loro uno 'sconto' sulla parcella.

La contesa tra accusa e difesa
«L'evoluzione della vicenda è legata al fatto che, una volta capito che nel programma regionale Fospi (Fondo per speciali programmi di investimento, ndr) c'era un apposito capitolo dedicato all'edilizia scolastica, si è provveduto immediatamente a effettuare una variante d'opportunità al progetto iniziale», ha spiegato in aula il legale difensore dei «convenuti», l'avvocato Roberto Longhin, che ha aggiunto: «Esattamente come scriveva Manzoni, pensavo che la notte potesse portare consiglio, considerato che l'atto di citazione sconta una lettura molto veloce degli atti di causa. Nel caso di specie gli amministratori si sono comportati come il buon padre di famiglia, dotando il paese di una scuola materna nuova di zecca, a fronte di un esborso tra l'altro di molto inferiore rispetto agli originari 250 mila euro ipotizzati per la realizzazione di un'aula in più (quasi la totalità dell'opera è stata finanziata con risorse regionali a valere sul programma Fospi, ndr). Un risultato impareggiabile».
Per quanto riguarda l'accusa, il procuratore regionale della Corte dei Conti, Roberto Rizzi, ha sostenuto che «giustificare l'affidamento senza gara al medesimo professionista della progettazione dell'intervento dall'importo decuplicato rispetto a quello originario con la particolare urgenza di presentare gli elaborati in Regione per il Fospi, è sintomo di cattiva amministrazione o comunque di un'amministrazione non solerte, poco efficace».
In riferimento alla presunta «lettura molto veloce degli atti di causa» sollevata dalla difesa, il procuratore Rizzi ha quindi replicato con durezza: «Lettura veloce, un modo elegante per dire superficialità. Posso soltanto dire che questa Procura legge con attenzione ogni pezzo di carta che viene prodotto, su questo non potevo non intervenire per amore di toga. Dopodiché gli amministratori non devono soltanto comportarsi da buoni padri di famiglia, a loro è richiesta pure la gestione dei soldi pubblici seguendo i dettami normativi in materia, e uno dei principi cardine in questa vicenda è quello della concorrenza, che non è stato rispettato».
La sentenza del collegio è attesa nelle prossime settimane.
(pa.ba.)

leggi tutti gli articoli di CRONACA







Per commentare le notizie: registrati gratis al sito gazzettamatin.com
 


Archivio storico notizie

<p>LIGABAR SETTEMBRE 2016</p>

<p>LG Presse Weekend</p>

<p>Comune Chatillon</p>

Lavoro, infrastrutture, investimenti

"Lavoro, infrastrutture, investimenti". Sono le tre priorità dell'agenda sviluppo del governo Gentiloni. Il presidente del Consiglio dei ministri, il quale lunedì 27 ha incontrato i presidenti di Regione (compreso Pierluigi Marquis), ha ribadito la necessità di mettere in campo un quadro di politiche economiche "che consenta [...]

leggi tutto e commenta

<p>Rhemes notre dames Festa birra</p>

<p>PRO LOCO ISSIME</p>

Gli speciali di Gazzetta Matin

Periodicamente Gazzetta Matin dedica parte dell'edizione cartacea settimanale, per approfondire un argomento, con notizie, interviste, pubblicitŗ e redazionali.

GUARDA L'ULTIMO SPECIALE DI GAZZETTA MATIN

<p>Peila Suzuki Nissan</p>

<p>Farmacia Envers 2</p>







NEWSVDA.IT
LA VALLE D'AOSTA NEL MONDO
Quotidiano online
Iscrizione al Tribunale di Aosta n. 8/2012
Autorizzazione del 13/12/2012
www.newsvda.it

Editore:
LG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA


Gazzetta Matin TOUSLESJOURS, notizie dalla Valle d'Aosta, giornali valdostani online, notizie Aosta

Settimanale del lunedì
Iscrizione al Tribunale di Aosta n. 9/2002
Autorizzazione del 20/05/2002

Redazione:
Regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta
Tel: 0165/231711 - Fax: 0165/1820141
Mail: segreteria@gazzettamatin.com
www.gazzettamatin.com

Editore:
LG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA




Direttore responsabile Luca Mercantil.mercanti@gazzettamatin.com
Redazione
Alessandro Biancheta.bianchet@gazzettamatin.com
Danila Chenald.chenal@gazzettamatin.com
Erika Davide.david@gazzettamatin.com
Davide Pellegrinod.pellegrino@gazzettamatin.com
Cinzia Timpanoc.timpano@gazzettamatin.com
Patrick Barmassep.barmasse@gazzettamatin.com
Segreteria Roberta Prodotisegreteria@gazzettamatin.com




Concessionaria di pubblicitÀ
ADV Pubblicitŗ e marketing, concessonaria per la pubblicitŗ su settimanale Gazzetta Matin e sul sito internet newsvda.comLG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA
Tel: 0165.231711
Fax: 0165.1820141
E-mail segreteria@lgpresse.com

Responsabile di agenzia Arianna Gori Chisari
E-mail a.chisari@lgpresse.com

Account Tiziana Frisont.frison@lgpresse.com Luca Torinol.torino@lgpresse.com



Collaboratori

Massimo Altini, Miriam Begliuomini, Nadine Blanc, Michela Borgis, Riccardo Bortolotti, Alessandra Borre, Elisa Bosc, Federica Boscardin, Nadia Camposaragna, Paolo Ciambi, Cristina Compagnoni, Silvia Costa, Alexis Courthoud, Elettra Crocetti, Camilla Di Tommaso, Carol Di Vito, Giuseppe Farinella, Ursula Ferrari, Enrico Formento, Bruno Fracasso, Sofia Fregnani, Giulio Gasperini, Michael Ghignone, Francesca Jaccod, Cecilia Lazzarotto, Mariarosa Magro, Stefania Manenti, Andrea Manfrin, Giacomo Mangano, Carlotta Maquignaz, Federico Mecca, Stefano Meroni, Miriam Nex, Danilo Nicod, Simonetta Padalino, Margherita Pellegrino, Gabriele Peloso, Luigi Perosino, Antonella Perriello, Maurizio Pitti, Loris Ponsetto, Mattia Pramotton, Martina Praz, Valeria Quaglino, Nicola Rolland, Raffaele Romano, Jacopo Romei, Alessandro Rossi, Erica Rudda, Riccardo Savoye, Rossella Scalise, Sara Sergi, Piera Squillia, Andrea Trovato, Laura Vinaj, Salim Znaidi.