<p>Hidrovi</p>
Notizie dalla Valle d'Aosta, giornali valdostani e notizie aosta
Meteo Valle d'Aosta

Referendum, perché no, perché sì

Una Costituzione stabile, al passo con i tempi e con la naturale evoluzione del nostro Paese. E' l'intento con il quale il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e la ministra per le Riforme costituzionali, Maria Elena Boschi, nel 2014 hanno presentato il disegno di legge recante "Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del Titolo V della Parte seconda della Costituzione".  Sono 30 anni che si parla di riformare la Costituzione e in autunno saremo chiamati al voto referendario per sì alla Riforma Renzi, oppure no. Il premier ha detto che se non vincerà il sì, si dimetterà.  Dei pro e dei contro di questo DDL ne hanno parlato (e scritto un libro: Perché no - Perché sì, Edizioni Le Chateaux, 10 euro) Valerio Onida e Luciano Violante, i quali hanno dibattuto martedì 16 agosto a Courmayeur nella nuova sede (stracolma sia dentro che fuori) della Fondazione Courmayeur, con tanto di domanda finale dell'ex ministra Elsa Fornero. Onida, schierato per il no e Violante per il sì, hanno provato a chiarire le idee alle centinaia di persone accorse al primo vero dibattito valdostani sulla Riforma. Provato a chiarire, appunto, perché alla fine dell'incontro il pubblico ha potuto farsi una prima opinione, ma non certo completa. Di parere opposto i Due. Per Onida questa Riforma è di facciata; di fatto, cambia poco o nulla. Per quanto riguarda il Titolo V, per esempio, lo Stato diventa dominante sulle regioni, ma non tutte: le Speciali "rimangono pericolosamente delle privilegiate". Per quanto riguarda il Senato, "perché ridurre solo di 200 unità il numero dei senatori e lasciare invariato a 630 quello dei deputati?", ha detto Onida, il quale ha puntato anche il dito sulla leggere elettorale, con l'"Italicum inadatto alla situazione attuale del Paese, che non è bipolare, bensì con il M5S tripolare". Violante, pur ammettendo delle lacune nel DDL, sostiene che bisogna votare sì per cambiare ciò di cui si dibatte da 30 anni. Per Violante il nuovo Senato sarà più snello e si eviteranno così lungaggini ("navicella") nell'iter delle leggi, si avranno risparmi (cancellazione del Cnel e riduzione numero senatori).  Ovviamente, i punti di discussione e confronto sono ancora altri e a settembre inizieranno i dibattiti - speriamo - per chiarire bene le idee a cittadini, sensibilizzandoli a recarsi alle urne, anche se questo referendum non prevede il quorum. Non facendone una questione di bandiera (Renzi sì, Renzi no ecc.) e ripromettendomi di informarmi il più possibile sulla questione, oggi voterei sì. Perlomeno per cambiare qualcosa di quanto fino a oggi è andato sempre allo stesso modo e che proprio non mi soddisfa. Ritengo, comunque, che Renzi avrebbe dovuto avere più coraggio: se riduzione del numero dei parlamentari doveva essere, allora che si riducesse anche quello della Camera. Resto -colpevolmente in modo opportunistico - in silenzio sulla questione del rapporto Stato-Regioni, con la Riforma che toccherà, se passerà, marginalmente la Valle d'Aosta; ammettendo, però, che noi valdostani siamo dei privilegiati rispetto ad altre regioni, benché penalizzati dal territorio di montagna in cui viviamo.



Per commentare: registrati gratis al sito gazzettamatin.com
 

Archivio editoriali precedenti

Le opinioni di Gazzetta Matin
Alle prossime elezioni regionali per chi voteresti?
Alpe
Altra Valle d'Aosta
Edelweiss Popolari Autonomisti Valle d'Aosta
Movimento 5 Stelle
Lega Nord
Partito Democratico
Pour Notre Vallée
Stella Alpina
Union Valdotaine
Union Valdotaine Progressiste
Altro
Non andrò a votare
La foto del giorno

<p>25 anni fa, la strage di Capaci che costò la vita a Giovanni Falcone, alla moglie e ai tre uomini della scorta</p>

25 anni fa, la strage di Capaci che costò la vita a Giovanni Falcone, alla moglie e ai tre uomini della scorta



Inviateci le foto scattate da voi, all'indirizzo segreteria@...

 
 

Lavoro, infrastrutture, investimenti

"Lavoro, infrastrutture, investimenti". Sono le tre priorità dell'agenda sviluppo del governo Gentiloni. Il presidente del [...]   leggi tutto l'articolo

<p>Engaz - Arte del legno s.r.l. | Fraz. Champagne, 55 11020 Verrayes (AO) Italy | Tel. +39 0166 54 68 02 | Fax +39 0166 54 66 21</p>

 
 

Casinò, si mette male

Nel 2014 il piano di riorganizzazione dell'allora amministratore unico Luca Frigerio ricevette una bordata di pernacchie. Lo stes [...]   leggi tutto l'articolo

<p>RAVA SKYWAY 2016</p>

 
 

La decadenza della classe dirigente

Se il giornalista e scrittore Sergio Rizzo lo venisse a sapere, scriverebbe subito l’appendice del suo “La Repubblica [...]   leggi tutto l'articolo

<p>Farmacia Envers 2</p>

 







NEWSVDA.IT
LA VALLE D'AOSTA NEL MONDO
Quotidiano online
Iscrizione al Tribunale di Aosta n. 8/2012
Autorizzazione del 13/12/2012
www.newsvda.it

Editore:
LG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA


Gazzetta Matin TOUSLESJOURS, notizie dalla Valle d'Aosta, giornali valdostani online, notizie Aosta

Settimanale del lunedì
Iscrizione al Tribunale di Aosta n. 9/2002
Autorizzazione del 20/05/2002

Redazione:
Regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta
Tel: 0165/231711 - Fax: 0165/1820141
Mail: segreteria@gazzettamatin.com
www.gazzettamatin.com

Editore:
LG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA




Direttore responsabile Luca Mercantil.mercanti@gazzettamatin.com
Redazione
Alessandro Biancheta.bianchet@gazzettamatin.com
Danila Chenald.chenal@gazzettamatin.com
Erika Davide.david@gazzettamatin.com
Davide Pellegrinod.pellegrino@gazzettamatin.com
Cinzia Timpanoc.timpano@gazzettamatin.com
Patrick Barmassep.barmasse@gazzettamatin.com
Segreteria Roberta Prodotisegreteria@gazzettamatin.com




Concessionaria di pubblicitÀ
ADV Pubblicità e marketing, concessonaria per la pubblicità su settimanale Gazzetta Matin e sul sito internet newsvda.comLG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA
Tel: 0165.231711
Fax: 0165.1820141
E-mail segreteria@lgpresse.com

Responsabile di agenzia Arianna Gori Chisari
E-mail a.chisari@lgpresse.com

Account Tiziana Frisont.frison@lgpresse.com Luca Torinol.torino@lgpresse.com



Collaboratori

Massimo Altini, Miriam Begliuomini, Marta Bonarelli, Michela Borgis, Riccardo Bortolotti, Alessandra Borre, Elisa Bosc, Federica Boscardin, Nadia Camposaragna, Paolo Ciambi, Cristina Compagnoni, Silvia Costa, Alexis Courthoud, Mathieu Courthoud, Elettra Crocetti, Camilla Di Tommaso, Carol Di Vito, Dimitri Dufour, Christian Evaspasiano, Giuseppe Farinella, Ursula Ferrari, Enrico Formento, Bruno Fracasso, Sofia Fregnani, Giulio Gasperini, Michael Ghignone, Francesca Jaccod,Cecilia Lazzarotto, Elaine Lunghini, Mariarosa Magro, Stefania Manenti, Andrea Manfrin, Giacomo Mangano, Carlotta Maquignaz, Teresa Marchese, Federico Mecca, Stefano Meroni, Miriam Nex, Danilo Nicod, Franco Ormea, Simonetta Padalino, Margherita Pellegrino, Gabriele Peloso, Luigi Perosino, Antonella Perriello, Maurizio Pitti, Loris Ponsetto, Mattia Pramotton, Martina Praz, Valeria Quaglino, Nicola Rolland, Valentina Romagnoli, Raffaele Romano, Jacopo Romei, Alessandro Rossi, Erica Rudda, Luca Sanseverino, Riccardo Savoye, Rossella Scalise, Sara Sergi, Piera Squillia, Andrea Trovato, Laura Vinaj, Salim Znaidi