<p>Peila suzuki Nissan</p>
Notizie dalla Valle d'Aosta, giornali valdostani e notizie aosta
Meteo Valle d'Aosta

Riina Jr in Tv, che gran polverone!

Un esposto all'Agcom e una denuncia in sede civile: è ancora polemica sulla Rai per l'intervista di Bruno Vespa a Salvo Riina nella puntata di Porta a porta del 6 aprile.
Il renziano Michele Anzaldi scrive al presidente Cardani e ai componenti dell'Autorità per le Comunicazioni perché verifichino le eventuali violazioni del contratto di servizio, mentre il sindaco di Palermo Leoluca Orlando incalza la tv pubblica con una denuncia in sede civile, parlando di operazione di "puro marketing" e di '"spettacolarizzazione e 'normalizzazione' del fenomeno mafioso". Il caso potrebbe approdare sul tavolo dell'Agcom già in settimana: un commissario, in particolare, si è impegnato a proporre immediatamente al Consiglio la segnalazione di Anzaldi, che pone "questioni urgenti e serie". Il parlamentare Pd e segretario della Vigilanza, che per primo aveva sollevato il caso Riina, cita le proteste di esponenti delle istituzioni, dal presidente del Senato Grasso alla presidente dell'Antimafia Bindi e chiede di verificare se l'intervista a Riina non abbia violato il contratto di servizio, "in particolare all'articolo 2 quando prevede di garantire 'lo sviluppo del senso critico, civile ed etico della collettività nazionale', e all'articolo 4, quando richiede il rigoroso rispetto della deontologia professionale per 'coniugare il principio di libertà con quello di responsabilità nel rispetto della dignità della persona'". Orlando invece accusa la Rai di "comportamento inaccettabile", perché "ha volutamente trasmesso, concordando che l'intervista non avesse alcun reale contraddittorio, una immagine del tutto distorta della mafia". Contro le modalità dell'intervista si schiera anche il pm Maurizio de Lucia, che indagò Riina jr, parlando sulle pagine di Repubblica di Palermo di "attacco allo Stato", perché il giovane boss "ha detto quello che voleva": "aveva condiviso la strategia del padre sulle stragi e gli interessa ancora screditare i pentiti".
In Valle non si sono levate le proteste per quanto andato in onda, segno che o quello della mafia è un tema che interessa poco i valdostani (ma non è così, dato che c'è parecchia sensibilità), oppure perché i valdostani si sono resi conto che fare una battaglia contro al Rai è tempo perso.
Ho seguito il programma, più per curiosità professionale che altro. Come altri colleghi illustri che si sono già espressi in merito, anche per me Riina Jr non ha aggiunto niente a quanto già sapevamo, ovvero che l'omertà è uno dei capisaldi dei mafiosi. E poi negare, negare sempre e fare come i mistificatori della realtà: inventarsi una storia, farla propria e poi crederci talmente tanto che poi la si crede vera. Nel caso specifico, convincersi che la mafia non è male; che uccidere è la normalità.
Che pena. E ancor più pena mi ha fatto Vespa, il quale pensando di fare un gran colpo televisivo e incollare così milioni di persone al Tv, alla fine è stato usato da Riina.
Il fatto è che sono stati spesi soldi pubblici...E mi girano alquanto le palle!


Per commentare: registrati gratis al sito gazzettamatin.com
 

Archivio editoriali precedenti

Le opinioni di Gazzetta Matin
Alle prossime elezioni regionali per chi voteresti?
Alpe
Altra Valle d'Aosta
Edelweiss Popolari Autonomisti Valle d'Aosta
Movimento 5 Stelle
Lega Nord
Partito Democratico
Pour Notre Vallée
Stella Alpina
Union Valdotaine
Union Valdotaine Progressiste
Altro
Non andrò a votare
La foto del giorno

Bandiere a mezz'asta in segno di solidarietà per l'attentato di Londra (foto amministrazione regionale)

Bandiere a mezz'asta in segno di solidarietà per l'attentato di Londra (foto amministrazione regionale)

Inviateci le foto scattate da voi, all'indirizzo segreteria@...

 
 

Casinò, si mette male

Nel 2014 il piano di riorganizzazione dell'allora amministratore unico Luca Frigerio ricevette una bordata di pernacchie. Lo stes [...]   leggi tutto l'articolo

<p>AMICHE PER MANO</p>

 
 

La decadenza della classe dirigente

Se il giornalista e scrittore Sergio Rizzo lo venisse a sapere, scriverebbe subito l’appendice del suo “La Repubblica [...]   leggi tutto l'articolo

<p>HIDROVI</p>

 
 

Un gesto di carità

Aosta, via Sant'Anselmo, ore 9,35 di venerdì 9 settembre. Sfreccia davanti a me (l'ormai solito) ragazzo richiedente asilo [...]   leggi tutto l'articolo

<p>VALCOLOR</p>

 







NEWSVDA.IT
LA VALLE D'AOSTA NEL MONDO
Quotidiano online
Iscrizione al Tribunale di Aosta n. 8/2012
Autorizzazione del 13/12/2012
www.newsvda.it

Editore:
LG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA


Gazzetta Matin TOUSLESJOURS, notizie dalla Valle d'Aosta, giornali valdostani online, notizie Aosta

Settimanale del lunedì
Iscrizione al Tribunale di Aosta n. 9/2002
Autorizzazione del 20/05/2002

Redazione:
Regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta
Tel: 0165/231711 - Fax: 0165/1820141
Mail: segreteria@gazzettamatin.com
www.gazzettamatin.com

Editore:
LG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA




Direttore responsabile Luca Mercantil.mercanti@gazzettamatin.com
Redazione
Alessandro Biancheta.bianchet@gazzettamatin.com
Danila Chenald.chenal@gazzettamatin.com
Erika Davide.david@gazzettamatin.com
Davide Pellegrinod.pellegrino@gazzettamatin.com
Cinzia Timpanoc.timpano@gazzettamatin.com
Patrick Barmassep.barmasse@gazzettamatin.com
Segreteria Roberta Prodotisegreteria@gazzettamatin.com




Concessionaria di pubblicitÀ
ADV Pubblicità e marketing, concessonaria per la pubblicità su settimanale Gazzetta Matin e sul sito internet newsvda.comLG PRESSE S.R.L.
Regione Borgnalle, 12
11100 AOSTA
Tel: 0165.231711
Fax: 0165.1820141
E-mail segreteria@lgpresse.com

Responsabile di agenzia Arianna Gori Chisari
E-mail a.chisari@lgpresse.com

Account Tiziana Frisont.frison@lgpresse.com Luca Torinol.torino@lgpresse.com



Collaboratori

Massimo Altini, Miriam Begliuomini, Marta Bonarelli, Michela Borgis, Riccardo Bortolotti, Alessandra Borre, Elisa Bosc, Federica Boscardin, Nadia Camposaragna, Paolo Ciambi, Cristina Compagnoni, Silvia Costa, Alexis Courthoud, Mathieu Courthoud, Elettra Crocetti, Camilla Di Tommaso, Carol Di Vito, Dimitri Dufour, Christian Evaspasiano, Giuseppe Farinella, Ursula Ferrari, Enrico Formento, Bruno Fracasso, Sofia Fregnani, Giulio Gasperini, Michael Ghignone, Francesca Jaccod,Cecilia Lazzarotto, Elaine Lunghini, Mariarosa Magro, Stefania Manenti, Andrea Manfrin, Giacomo Mangano, Carlotta Maquignaz, Teresa Marchese, Federico Mecca, Stefano Meroni, Miriam Nex, Danilo Nicod, Franco Ormea, Simonetta Padalino, Margherita Pellegrino, Gabriele Peloso, Luigi Perosino, Antonella Perriello, Maurizio Pitti, Loris Ponsetto, Mattia Pramotton, Martina Praz, Valeria Quaglino, Nicola Rolland, Valentina Romagnoli, Raffaele Romano, Jacopo Romei, Alessandro Rossi, Erica Rudda, Luca Sanseverino, Riccardo Savoye, Rossella Scalise, Sara Sergi, Piera Squillia, Andrea Trovato, Laura Vinaj, Salim Znaidi